Betfair afferma che i sistemi di protezione hanno fallito un tossicodipendente che si è tolto la vita

A man holding his face in his palm over gambling losses.

40 anni Luca Ashtonpadre di due figli, si è tolto la vita aprile 2021 mentre combatteva contro i suoi severi dipendenza dal gioco d’azzardo che glielo aveva fatto perdere £ 5.000 ($ 6.400) in un solo mese. Uno degli operatori di gioco che Asthon aveva utilizzato frequentemente dal 2012, Betfairha ora ammesso che i suoi sistemi di protezione hanno non è riuscito a identificare il giocatore come un “giocatore a rischio”.

In un decisione storicaBetfair è stato definito un “persona interessata” nell’inchiesta, che è la prima nel settore. Lo ha ammesso la società”avrebbe dovuto fare di più” per proteggere il giocatore vulnerabile morto il 22 aprile 2021, dopo essere stato “consumato” dalla sua dipendenza.

Fino a 100 scommesse al giorno

Prima di perdere la grossa somma in un solo mese, Ashton aveva preso l’abitudine di giocare d’azzardo fino a 100 volte al giorno. Il giocatore ha preferito la piattaforma Exchange dell’operatore per scommettere su eventi di corse di cavalli e levrieri che si sono svolti nel Regno Unito e all’estero.

Betfair descrive Exchange come un’opzione “generalmente a basso rischio” e utilizzata anche da giocatori “sofisticati e altamente qualificati”. Nel gennaio 2019, Ashton aveva una media di 55 scommesse giornaliere.

Per la restante parte dello stesso anno, come risulta dall’udienza tenutasi presso il n ufficio del coroner per Leicester e South LeicestershireAshton ha tirato fuori £ 18.000 ($ 23.000) in prestiti totali nel tentativo di cancellare i suoi debiti.

La sua dipendenza ha raggiunto il picco nel marzo 2021, quando ha raggiunto 1.229 scommesse. Marzo è stato anche il mese in cui ha realizzato a Deposito di £ 2.500 ($ 3.200) in un solo giorno.

Mentre la famiglia ha dovuto vendere la loro casa, Ashton non è riuscito a liberarsi dalla sua dipendenza e ha continuato a frequentare numerosi siti web di gioco d’azzardo nel mese prima della sua scomparsa.

Algoritmo di apprendimento automatico in errore

Durante il secondo giorno dell’udienza tenutasi all’inizio della settimana, il Svolazzareoperatore di proprietà utilizzato la voce di amministratore delegato Richard Clarke ammettere che il loro algoritmo su cui si basa apprendimento automatico non ha identificato Ashton come un giocatore ad alto rischio.

L’algoritmo utilizzato per tracciare da vicino i dati dei clienti dovrebbe identificare il comportamento dei giocatori che hanno utilizzato il autoesclusione opzione dalla piattaforma dell’operatore per sei mesi.

Ashton ha utilizzato la stessa opzione di esclusione in 2013, 2014E 2016. Tuttavia, l’algoritmo non è stato in grado di considerarlo ad alto rischio e di emettergli un divieto permanente.

Sebbene Clarke abbia espresso fiducia nella conformità della società alle normative vigenti, ha aggiunto che, osservando l’attività del giocatore nel marzo 2021, “sembra che avremmo dovuto fare di più”.

“Le cose sono molto cambiate”

Anche l’amministratore delegato di Betfair ha detto approssimativamente all’udienza 10.000 dei loro clienti aveva piazzato più scommesse di Ashton nel marzo 2021, che ha coinciso con l’inaugurazione della stagione delle corse di cavalli.

Da allora, ha aggiunto Clarke, una serie di i cambiamenti era stato messo in pratica. Tra questi, l’implementazione di a limite di deposito mensile rigoroso di £ 500 ($ 640). per i giocatori sotto i 25 anniUN Limite massimo di puntata di £ 10 ($ 12,80) su tutte le slote un limite di deposito netto mensile per tutti i clienti abituali al termine del periodo di autoesclusione, previa dettagliata valutazione telefonica.

Clarke ha anche menzionato controlli di vulnerabilità finanziaria tramite agenzie di riferimento di terze parti come ulteriore misura di prevenzione.

Nicholls, che ha rappresentato la famiglia di Ashton durante l’udienza, ha affermato che Betfair avrebbe dovuto escludere la vittima dal proprio sito web. L’inchiesta riprenderà il 16 giugno.

Ad aprile, Betfair lo era multato per offrire mercati per 148 partite tra il 2021 e il 2022 per il U21 Allsvenskanun campionato di calcio giovanile su cui agli operatori è vietato offrire scommesse.
A maggio, il Servizio Sanitario Nazionale del Regno Unito ha rivelato che, sulla base dei punteggi del Problem Gambling Severity Index, circa lo 0,3% degli adulti che giocano d’azzardo è stato etichettato come giocatore problematico e 2,8% degli adulti è stato trovato a rischio di giocare d’azzardo problematico.

BONUS DI BENVENUTO: 100% fino a 500€ + 200 giri gratis
BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 free spin
BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis