Gli azionisti di PointsBet votano a favore della vendita di attività statunitensi

Tiidal Confirms Plans to Sell Sportsflare to Entain

PuntiScommessa ha annunciato che un stragrande maggioranza dei suoi azionisti ha sostenuto la vendita della sua attività rivolta agli Stati Uniti alla nota azienda di merchandising sportivo, Fanatici. Fanatics Betting and Gaming, la divisione di vendita al dettaglio di articoli sportivi della società, ha presentato una proposta per l’acquisizione delle attività statunitensi di PointsBet in un affare per circa $ 225,0 milioniun aumento significativo rispetto alla sua proposta iniziale.

Alla luce della nuova proposta, circa il 98% degli azionisti di PointsBet ha mostrato approvazione per la vendita del ramo d’azienda statunitense della società. L’annuncio arriva in un momento in cui PointsBet ha incontrato difficoltà mentre cercando di espandersi nel competitivo mercato statunitense delle scommesse sportive.

Era il 2021 quando PointsBet iniziò la sua espansione negli Stati Uniti. Brett Patonil presidente di PointsBet, recentemente citato dal Sydney Morning Herald, ha parlato della frustrazione degli azionisti per il prezzo delle azioni della società dall’inizio della sua espansione verso gli Stati Uniti e del costi associati a tale impresa. “Lasciatemi dire a nome del vostro consiglio di amministrazione che comprendiamo la vostra delusione per l’andamento del prezzo delle azioni della nostra azienda”, ha detto, spiegando che lui e il capo di PointsBet, Sam Swanellcapire la loro frustrazione e preoccupazione.

“Continuare a gestire l’attività negli Stati Uniti richiederebbe capitali significativi e ulteriori aumenti di capitale”.

Brett Paton, presidente di PointsBet

D’altra parte, Paton ha parlato dei continui costi elevati necessari per continuare l’operazione commerciale negli Stati Uniti. Parlando della vendita di beni statunitensi a Fanatics, lui ha sottolineato che “la transazione risolve tale incertezza.”

Mentre la suddetta transazione alleggerirà le attività statunitensi di PointsBet, la società lo farà mantenere il controllo delle sue attività australiane e canadesi. Inoltre, continuerà a sfruttare la sua tecnologia leader di iGaming e scommesse sportive utilizzata nei mercati regolamentati del gioco d’azzardo in Australia e in Nord America, offrendo ulteriori opportunità di crescita.

Fanatics vince una dura battaglia per il business statunitense di PointsBet

È stato il mese scorso quando Fanatics e PointsBet concordato un accordo da 150 milioni di dollari per le attività statunitensi di quest’ultimo. A quel tempo, Fanatics accettò di pagare $ 100 milioni alla chiusura dell’accordo e $ 50 milioni nel febbraio del prossimo anno.

Ma quello che si pensava fosse un affare fatto ha avuto una svolta inaspettata, dopo che il colosso statunitense del gioco e delle scommesse, DraftKingsha presentato una nuova proposta di $ 195 milioni per le attività rivolte agli Stati Uniti di PointsBet, superando l’offerta iniziale di $ 150 milioni di Fanatics.

Tuttavia, Fanatics non avrebbe permesso che ciò accadesse e ha risposto con un aumento dell’offerta di $ 225 milioni, che alla fine è stato quello di successo. Alla luce della nuova offerta, DraftKings ha confermato all’inizio di questa settimana che non perseguirà più opzioni per ottenere il business di PointsBet rivolto agli Stati Uniti.

BONUS DI BENVENUTO: 100% fino a 500€ + 200 giri gratis
BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 free spin
BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis