L’allenatore di calcio professionista inglese coinvolto nel presunto scandalo del gioco d’azzardo sfugge alla sanzione della FA

A soccer ball on top of a pile of cash

Un recente caso che coinvolge un anonimo allenatore di calcio professionista inglese ha sollevato perplessità in quanto Associazione Calcio (FA) ha deciso di non sanzionare l’individuo nonostante le prove di una sostanziale attività di gioco d’azzardo. Le attività di scommesse del manager sono inoltre venute alla luce durante un presunto caso di ricatto complicando la situazione. La clemenza della FA contrasta nettamente con la sua recente punizione nei confronti di giocatori di alto profilo, raccogliendo critiche significative.

Il presunto colpevole ha piazzato scommesse regolari

L’identità del gestore rimane protetta da un’ordinanza del tribunale riguardante a Caso di ricatto del 2022che lo ha visto accusare due calciatori professionisti, Alan Rogers E Steven Jennings, di estorcerlo. Entrambi gli atleti hanno negato le accuse e alla fine anche l’allenatore ha ritirato le sue accuseaffermando che desiderava andare avanti con la sua vita.

Tuttavia, i documenti del tribunale riguardanti il ​​caso di estorsione hanno rivelato che il manager senza nome era coinvolto gioco d’azzardo estensivoscommesse £ 879.000 ($ 1,1 milioni) in due anni. Durante questo periodo, ha subito perdite di £ 270.000 ($ 334.000). Le sue scommesse si estendevano in particolare alle partite di calcio del suo campionato, ma i dati mostrano che non scommetteva sulla sua squadra.

Tale comportamento di gioco lo è severamente vietato e può comportare severe punizioni. La FA ha notevolmente rafforzato la sua politica di applicazione, decidendo di graziare l’allenatore altamente sconcertante. L’Associazione probabilmente ha deciso che agire potrebbe rivelare l’identità del manager e rischiare azioni legali. Tuttavia, questa mancanza di applicazione ha dato origine ad accuse di doppi standard e di applicazione incoerente.

Gli atleti hanno dovuto affrontare dure punizioni per molto meno

La rinnovata attenzione della FA all’integrità sportiva l’ha vista sanzionare diversi atleti di alto profilo come Harry Toffolo, Chris MaguireE Ivan Toney. Gli atleti potrebbero dover affrontare ripercussioni significative sulla loro carriera, evidenziando l’attenzione dell’Associazione alla prevenzione del potenziale conflitto di interessi e il mantenimento di condizioni di parità per tutti i partecipanti.

Applicando rigorosamente queste norme, la FA sperava di dimostrare che non avrebbe tollerato alcun tentativo di minare l’integrità di questo sport. Resta, però, la decisione di non sanzionare severamente l’anonimo manager mina l’immagine dell’Associazione e getta una luce negativa sulle sue dure politiche. La FA probabilmente aveva valide ragioni per evitare di insistere sulla questione, ma altri individui colpevoli potrebbero tentare di utilizzare questa sentenza per evitare sanzioni.

Anche se il contrasto con la severa punizione inflitta a Ivan Toney sì ha alimentato polemiche e sollevato interrogativi Per quanto riguarda la trasparenza e l’equità dell’approccio della FA, l’integrità sportiva deve rimanere una priorità. Questo caso dovrebbe spingere l’Associazione ad attuare nuove politiche e garantire che reati simili non possano evitare sanzioni in futuro, promuovendo equità e trasparenza.

BONUS DI BENVENUTO: 100% fino a 500€ + 200 giri gratis
BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 free spin
BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis