L’ITIA bandisce a vita il professionista di tennis francese Alexis Musialek

Tennis ball on the ground

L’ente per l’integrità del tennis riconosciuto a livello mondiale, il Agenzia internazionale per l’integrità del tennis (ITIA), ha confermato giovedì di aver imposto una dura sanzione contro un giocatore che è stato ritenuto aver violato il Programma anticorruzione del tennis (TACP). A giudicare da una dichiarazione rilasciata dall’Agenzia, Alexis Musialektennista professionista francese, è stato bandito dallo sport a vita dopo le violazioni relative alle partite truccate.

Il tennista professionista che nel 2015 aveva il più alto ranking ATP in singolare di 255 ha inizialmente negato tutte le accuse contro di lui. Tuttavia, un’indagine condotta da Raj Parkerun funzionario uditore anticorruzione (AHO) indipendente, ha scoperto che lo era Musialek coinvolto in partite truccate di nove partite tra il 2016 e il 2018. Inoltre, è stato stabilito che il giocatore francese non ha collaborato con l’indagine dell’ITIA e ha nascosto le prove.

Nel complesso, secondo ITIA, Musialek è stato coinvolto in a totale di 39 violazioni delle norme TACP. Secondo l’Agenzia: “Il 35enne è stato accertato per avere – tra gli altri reati – ha inventato l’esito di più partite, ha ricevuto denaro, benefici o considerazione per aver ideato il risultato di queste partite. Il cane da guardia dell’integrità ha anche affermato che Musialek si è impegnato con altri giocatori, incoraggiandoli a “non fare del loro meglio”.

Alla luce delle infrazioni scoperte, il tennista francese ha ricevuto una squalifica a vita dallo sport. Inoltre, a multa salata di 50.000 dollari gli è stato imposto. Sebbene sia stato annunciato questa settimana, la sanzione era in vigore fin da 5 agosto 2023ha confermato l’ITIA.

Il divieto a vita significa che Musialek non sarà autorizzato a giocare o ad allenare in qualsiasi evento sanzionato o autorizzato dagli organi di governo del tennis in modo permanente. Lui è anche proibito partecipare a tali eventi anche.

Il cane da guardia per l’integrità del tennis rimane vigile

In qualità di organismo indipendente, a salvaguardia dell’integrità del tennis, l’ITIA ha il potere di applicare le sanzioni che possono includere multe, interdizioni temporanee o anche permanenti. All’inizio di questo mese, l’Agenzia ha confermato di aver imposto sospensioni provvisorie nei confronti di tre giocatori per violazione del TACP. A quel tempo, l’ITIA lo affermava Timur Khabibulin, Sanjar Fayziev e Igor Smilansky sono stati coinvolti in più violazioni relative a partite truccate.

Prima di allora, a luglio, l’Agenzia ha colpito l’arbitro di tennis boliviano, Percy Florescon l’interdizione temporanea dallo sport per una durata di 12 anni. La dura sanzione è arrivata dopo che il watchdog normativo ha scoperto ben 31 violazioni delle regole TACP tra novembre 2021 e ottobre 2022.

Ancora una volta, a luglio, l’ITIA ha confermato il lancio di una nuova educazione all’integrità obbligatoria per giocatori juniores in collaborazione con il Federazione internazionale di tennis (ITF). In definitiva, quella formazione cerca di educare e sensibilizzare sull’importanza dell’integrità dello sport.

BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 giri gratis
BONUS DI BENVENUTO: 100% fino a 500€ + 200 giri gratis
BONUS: 100% sul primo deposito fino a 500€ + 200 free spin